Toast: con i fagioli, funghi e spinaci all’aglio

0
208

Un toast veloce, facile ed economico per rallegrare una giornata impegnativa. Le giornate possono essere confuse per molti, non c’è da preoccuparsi, ho esattamente quello che fa per te. Questa ricetta vegana è assolutamente da provare e sicuramente non vi lascerà senza energia. Ecco come si prepara:

Ingredienti per due porzioni ( ovvero: 2 toast a persona )

  • 1 scatola di fagioli cotti da 380 g
  • 1 cipollotto grande
  • 4 grandi funghi di castagno
  • manciata di spinaci giovani
  • 8 fette di pane carrè ( se preferite integrale )
  • 3 spicchi d’aglio
  • olio d’oliva
  • sale e pepe
  • prezzemolo tritato
  • Insalata mista

Cosa cucinare per cena? Ecco 5 idee per dei toast

Preparazione per i toast

  1. Scaldare un cucchiaio d’olio d’oliva in una piccola padella
  2. Tritare finemente il cipollotto e aggiungerlo alla padella.
  3. Cuocere delicatamente a fuoco medio per alcuni minuti prima di aggiungere i funghi affettati e cuocere per altri minuti.
  4. Tritare finemente l’aglio e aggiungerlo alla padella, lasciare che i sapori si infondano per qualche minuto.
  5. Scolare e sciacquare i fagioli e aggiungerli alla padella.
  6. Condire generosamente e riscaldare, mescolando accuratamente in modo che gli ingredienti siano completamente combinati.
  7. Aggiungere infine gli spinaci e farli appassire delicatamente prima di aggiungere un altro po’ di sale e pepe.
  8. Comporre il toast: dopo aver tostato il pane, mettete su una fetta il composto preparato precedentemente e aggiugete del prezzemolo tritato e degli scalogni affettati, chiudete il tost con un’altra fetta e adagiateli in una teglia precedentemente rivestita da carta da forno.
  9. Per questa ricetta escono 4 toast.
  10. Passate nel forno a 160° gradi per 3 minuti da una parte e 3 dall’altra.
  11. Servite con una bella insalata mista.

Curiosità: i toast

Vi sembrerà assai strano, non tanto ciò che riguarda l’origine della parola, ma il significato che le era stato attribuito. La parola toast deriva da una parola del francese antico e cioè “tostée” che significa “pezzo di pane arrostito”. E fin qui nulla di particolare ma…

Durante il Medioevo però…

Questo pezzo di pane, spesso era messo su una coppa di vino aromatizzato e la coppa veniva fatta passare tra gli invitati. La fetta di pane spettava di diritto al festeggiato che beveva per ultimo. Quindi il termine toast deriva da “bere alla salute di”. Un episodio decisamente piccante ha come protagonista Anna Bolena, dalla celebrata bellezza. Dumas, nel “Grande Dizionario di Cucina” racconta che, mentre la splendida futura moglie di Enrico VIII faceva il bagno circondata da molti corteggiatori, questi presero dei bicchieri e ognuno attinse alla sua vasca d’acqua bevendone il contenuto. Tutti tranne uno al quale fu chiesto il motivo del suo rifiuto. La risposta? “Io mi riservo il toast”.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.