Il Natale è un momento di raccolta fra familiari ed amici, i bambini sognano di incontrare Babbo Natale, ed i genitori si prestano a strani magheggi per poterli sorprendere. Anche gli adulti possono trovare soddisfazione in questa festività.

Soprattutto durante le feste cresce e si amplifica un sentimento ben definito, il desiderio di condividere i momenti più importanti, con serenità e senza forzature. Questo si manifesta nel modo in cui organizziamo i nostri appuntamenti conviviali, visti come veri e propri incontri celebrativi dove, quest’anno più che in passato, vince  e convince un’elegante informalità, una tavola raffinata ma rilassata, un’attenzione ai dettagli che ha il buon sapore del riguardo senza esasperazioni. 

Giorgia Fantin Borghi tavola reale palazzo clerici
PH Devid Rotasperti

Sia che si tratti di un’occasione per stare in famiglia, con gli amici o per avvicinarsi ai colleghi di lavoro, il tempo insieme viene organizzato con impegno per trasformarlo in un momento ricercato ma gioioso e leggero, che aiuti a creare momenti preziosi, a rafforzare e rendere ancora più forti le relazioni personali e ad esprimere se stessi, anche nel ricevere.

Simboli allegorici

Giorgia Fantin Borghi

Torna a far tendenza tutto ciò che è simbolico e ben augurante. Via libera quindi a tutto ciò che ha un valore protettivo ed esorcizzante con un’idea di rinascita e rinnovamento. Che siano figure di animali come metafora del cambiamento oppure piccoli oggetti con funzione di talismano, il simbolo contraddistingue una tavola che unisce il design alla tradizione, che mescola anche i colori più classici con immagini a metà tra il mitologico e il magico. 

Oro e metalli

Giorgia Fantin Borghi natale

Ancora sul podio delle cromie per il table decor troviamo tutte le declinazioni dell’oro e dei metalli in genere. Effetti suggestivi e luminosi, non sfacciati, ma altamente decorativi: oro, argento, ottone e rame caratterizzano il periodo festivo e sono ancora di grande tendenza. Finiture, dettagli e piccoli oggetti, in foglia o in lamina, richiamano la preziosità dei metalli e disegnano scenari ricercati ma non ostentati, lussuosi e rilassati al tempo stesso e dal grande potere suggestivo.

Natale con Grafie e abbinamenti non convenzionali

Giorgia Fantin Borghi natale

Piatti e sottopiatti dallo stile pittorico tradizionale, fatto di disegni classici e motivi ornamentali dal sapore più formale, vengono abbinati a una posateria più contemporanea o ad accessori dal sapere ultramoderno. Sicuramente un approccio audace, il cosiddetto mix & match ovvero una mescolanza di stili, colori e materiali all’interno dello stesso contesto per creare, anche a tavola, uno spazio conviviale che ci rassomigli e che parli la lingua della nostra personalità. Un’accortezza, Mix & Match non significa “a caso”, l’accostamento dei vari elementi richiede un minimo di attenzione.

Colori e materiali

Giorgia Fantin Borghi natale

Nessun compromesso per questo Natale 2019, le scelte sono due: da un lato i colori scuri e affumicati come i verdi intensi ed i rossi profondissimi, dall’altro i chiari assoluti con piccole leziosità scintillanti. Qualsiasi sia la scelta, la direzione va comunque nel segno del contrasto con il fondo, che sia una tovaglia o una superficie materica come il legno o il marmo.

Dettagli sofisticati

Giorgia Fantin Borghi natale

Il mondo dello styling tavola è caratterizzato spesso da dettagli ricercati e da tecniche artigianali come tessitura e ricamo. Sembra una piccolezza ma l’utilizzo di tovaglioli di stoffa con un ricamo, anche molto semplice, regala alla situazione un incanto speciale, una sensazione di particolare cura dei dettagli. Un trucchetto superchic? Cambiare il tovagliolo prima di servire il dessert con uno un po’ più piccolo o semplicemente di diverso colore. Piccola attenzione, grande figurone!

Essenziale e personale

La nostra tavola, proprio perché nostra, deve essere unica. Esiste quindi una preziosissima regola: circondarsi di pochi oggetti ma per noi molto significativi e farsi ispirare solo dalle tendenze che davvero ci appartengono, senza scegliere ciò che sceglierebbero altri solo perché di moda. Concentrarsi sull’essenziale rendendolo del tutto personale.

Giorgia Fantin Borghi

Giorgia Fantin Borghi

“Le Tavole di Giorgia” e le buone maniere che le accompagnano, una delle belle novità della nuova edizione de “In Viaggio con Marcello” in onda su Rai2. La Tavola, con il suo allestimento, il suo fascino, la sua atmosfera, il suo ruolo di Protagonista indiscussa di molti dei momenti più importanti e non solo conviviali della nostra quotidianità, sta attirando sempre più le attenzioni di pubblico e aziende che amano e desiderano dare una propria impronta, un segno distintivo inequivocabile al proprio momento di ospitalità. Giorgia Fantin Borghi ne ha fatto una professione, una naturale declinazione della propria attitudine, una spontanea evoluzione delle sue esperienze specialistiche ed oggi approda a Rai2 all’interno della nuova edizione de “In Viaggio con Marcello”, dopo aver già partecipato alla precedente con il ruolo di esperta di storia della tavola e galateo del matrimonio e aver condotto altre trasmissioni nella figura di wedding planner. Ognuna delle tavole proposte nelle 15 puntate proporrà un oggetto chiave, un elemento che identificherà la tematica principale del comportamento e delle relazioni interpersonali con la tavola. Stile, buongusto e tanta creatività per trasmettere qualche buon suggerimento, un piccolo bigino video per arricchirsi e ispirarsi. “A tavola le buone maniere sono sempre il piatto forte”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.