Pizza al ramen: la nuova variante viene da Taiwan

0
831
La pizza al ramen di Taiwan.

Probabilmente i puristi della pizza non ne saranno contenti, ma da Taiwan assicurano che la loro variante divertirà i clienti e non dispiacerà affatto al palato. Il ramen è un piatto della tradizione sino-giapponese costituito da tagliatelle di frumento servite in brodo di pesce o carne. Ebbene, il locale Pizza Hut di Taiwan ha ben pensato di unire questa pietanza all’italianissima pizza per farne una creazione culinaria del tutto innovativa. La pizza al ramen sta già facendo discutere gli appassionati di cucina e di ricette.

L’idea è nata da una collaborazione con Menya Musashi, ristorante specializzato nella preparazione del ramen. Come condimento della pizza è stato scelto un piatto a base di tagliatelle giapponesi e carne di maiale, unite a del sesamo bianco, peperoncino fresco e mezzo uovo bollito sistemato proprio nel bel mezzo della pietanza. Il contorno è formato da cipollotti e germogli di bambù.

Ingredienti della pizza al ramen.

Ricordiamo che questa non è la prima volta in cui la pizzeria di Taiwan propone delle varianti insolite della pizza. In questi anni ha lanciato quella al bubble tea, al formaggio tofu oppure la pizza Durian. Non mancano poi le versioni con il pollo o l’ananas che hanno fatto storcere il naso ai tradizionalisti di questa storica ricetta italiana. Tra le altre cose, il ristorante ha servito anche altri piatti rivisitati, tra i quali evidenziamo la crostata farcita con cheeseburger. Alcune di queste proposte sono entrate di diritto nel menù giornaliero del locale.

La pizza al ramen nasce dal connubio fra tradizioni italiane e giapponesi

Lily Chou, responsabile del settore marketing di Pizza Hut, nel presentare la nuova pizza al ramen ha detto che i loro piatti creativi sono un modo per donare un attimo di divertimento e spensieratezza ai clienti. Le persone spesso sono stressate dopo lunghe e difficili giornate di lavoro, e per loro l’impatto con dei pranzi o cene a base di ricette originali può essere un modo per fuggire dal tran-tran quotidiano. Chou ha anche spiegato che la pizza a base di ramen è un modo per rendere omaggio non solo all’arte culinaria giapponese ma anche a quella italiana.

A sostegno della sua tesi, la direttrice del marketing di Pizza Hut ha fatto l’esempio della pizza dolce guarnita con matcha, fagioli rossi e mochi. Ha avuto un grande successo tra gli avventori del locale, poiché in molti si sono divertiti nel vedere quella strana pietanza servita al tavolo, e allo stesso tempo sono rimasti soddisfatti perché non si aspettavano che ingredienti così diversi, messi insieme, potessero dare un sapore apprezzabile. Non a caso questa ricetta è stata chiamata Wow Product Series per sottolineare lo stupore che si prova nel vederla e nell’assaggiarla.

Pizza Hut Taiwan è specializzata in pizze creative.

Menya Musashi, nel presentare su Facebook la pizza al ramen, ha chiesto simpaticamente scusa ai giapponesi. Sempre con tono scherzoso, ha ricordato che qualche tempo fa proprio in Giappone hanno inventato il ramen al bubble tea che per i taiwanesi ha rappresentato una sorta di «offesa». Adesso hanno deciso di replicare, collaborando con Pizza Hut e facendo un «affronto» non solo ai nipponici ma anche agli italiani. Scherzi a parte, anche in questo caso è stato ribadito che si è trattato di un modo per omaggiare due eccellenze della cucina internazionale.

Pizza ai kiwi: arriva dalla Scandinavia la ricetta che fa discutere

Gli utenti del social network si sono subito divisi fra puristi e innovatori. Questi ultimi, in particolare, con curiosità hanno chiesto come andrebbe mangiato l’uovo sodo presente al centro della pizza al ramen. Qualcun altro ha addirittura dato ulteriori suggerimenti, proponendo ad esempio una pizza piccante con ostriche. Infine ci sono stati degli utenti di Facebook che hanno domandato se la pizza con il ramen vada consumata con le bacchette o con le mani. A tal proposito, Chou ha risposto che si accettano tutti i modi per mangiare la pietanza, rivelando che questo è di certo «il primo ramen che si mangia con le mani».

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.