In queste settimane di quarantena per tutelarsi dal rischio contagio da coronavirus, si sta cercando di trovare vari passatempi per svagarsi un po’. Tra questi vi è certamente la cucina, infatti tante persone hanno riscoperto il piacere di mettersi ai fornelli, un’attività che fa bene al palato ma anche all’umore perché aiuta a distrarsi dalla noia da lockdown e dalle preoccupazioni dettate dalla complicata situazione che si sta vivendo ormai da circa due mesi. A proposito di sperimentazione culinaria, è possibile anche cimentarsi con la preparazione di un vero panino con hamburger.

Come cucinare un panino con hamburger tradizionale.

I fast-food sono ovviamente chiusi in questo periodo e, per tutti gli amanti del cibo di questi locali, è possibile cucinare un grande classico del loro menù nell’attesa di tornare a pranzare tra i tavolini delle principali aziende del settore. Il quotidiano The Guardian ha contattato diversi esperti del settore per carpire tutti i segreti relativi alla ricetta originale del panino con hamburger.

Innanzitutto è intervenuto Ben Denner del londinese Lucky Chip. Questi ha spiegato che per prima cosa è importante la scelta del pane. Siccome ormai è possibile fare la spesa quasi esclusivamente al supermercato, il suo consiglio è quello di scegliere dei panini morbidi e soffici e di evitare i prodotti economici che possono risultare troppo duri, caratteristica che potrebbe poi rovinare la resa finale della preparazione.

Panino con hamburger: come scegliere e cucinare la carne

Dopo aver comprato il pane, ovviamente ci si deve occupare dell’altro ingrediente fondamentale della ricetta, ossia l’hamburger. Tom Barton di Honest Burgers è un grande sostenitore della carne di prima qualità da comprare dal proprio macellaio di fiducia. Siccome però attualmente risulta difficile reperire questi prodotti sul mercato, quando ci si reca al supermarket si possono scegliere hamburger con contenuto di grasso non inferiore al 20% e del peso di circa 150 grammi cadauno. Inoltre consiglia di non condire con il sale prima ma durante la cottura.

Scelta e cottura dell’hamburger.

A proposito del metodo per cuocere al meglio la carne, Barton ricorda che è preferibile utilizzare una padella antiaderente ben riscaldata sul fornello e soprattutto senza olio. Il tipo di cottura dev’essere croccante, dunque non al sangue, e per avere una resa ancora migliore si può schiacciare leggermente l’alimento verso il fondo del tegame.

Quali sono i condimenti migliori

Ovviamente, un panino con hamburger deve avere un’ulteriore farcitura per essere proprio come quello dei fast-food. E allora non bisogna mai dimenticare il formaggio e in tal caso il più adatto è il famoso cheddar, ma in alternativa si può sempre ricorrere a quelli stagionati. Il prodotto caseario va appoggiato sulla carne quando è ancora in fase di cottura, così si scioglie al meglio e in maniera omogenea: si otterrà un risultato ancora migliore se si potrà utilizzare un coperchio. In caso contrario, si può far cuocere il pane nel forno per una trentina di secondi bagnandolo con un po’ d’acqua per ottenere sempre un effetto di piacevole morbidezza al palato.

Panino con hamburger: il cheddar non può mancare.

E poi si passa alla salsa. Sophie Michell, direttrice del settore cibi e bevande di Byron, ha dichiarato a The Guardian che il condimento che ha reso celebre McDonald’s contiene maionese, ketchup, senape, tabasco aglio e salsa Worcestershire. Inoltre, per dare un pizzico di consistenza in più a tutto il panino, si possono aggiungere cetriolini e scalogno tagliati a mano a fettine. Barton ha rivelato che di solito si può anche avere un buon mix agrodolce ricorrendo a della pancetta affumicata e sottaceti.

Il panino con patatine di Burger King contestato dagli inglesi: «Invenzione del nulla»

Ben Denner, per dare un tocco di originalità, ha proposto di provare gli anelli di cipolla oppure le leggendarie patatine fritte che, soprattutto per coloro che le amano, sono adatte anche al panino con hamburger. Inoltre ha ricordato che ad oggi si possono preparare anche delle alternative vegetariane per chi non mangia la carne. Ad esempio, si può comprare della barbabietola, lessarla e dopo grigliarla, inserendola quindi nel pane con una crema di aglio e rucola.

Facebook Comments