Zia Assunta,moglie di zio Pietro ( fratello maggiore di babbo ), è stata la cuoca del ristorante “Da Orlando” a Porto S.Stefano di proprietà di suo figlio Adulio.

Per la preparazione dei suoi piatti ha avuto molti riconoscimenti da critici gastronomici. Zia Assunta è passata alla storia degli avventori e della cucina santostefanese degli anni 60 70 per” il risotto alla pirata” Questa ricetta è per me uno dei ricordi più cari di una zia dagli occhi sorridenti e dalle mani di fata

Ingredienti per 6 persone

7 etti di calamari sodi e bianchi
3 etti di gamberi
mezzo chilo di cozze
mezzo chilo di vongole
7 dl di olio evo
prezzemolo tritato
peperoncino
sale
tre pomodori San Marzano senza pelle e “sfranti”

Preparazione Risotto alla Pirata

Pulire i calamari e tagliarli a pezzi,  i gamberi, le cozze e le vongole e farle aprire in un tegame. Sgusciare cozze e vongole e filtrare bene il brodetto. In una casseruola versare il bicchiere di olio e i calamari tagliati, qualche grano di sale grosso. Fare cuocere senza coperchio e rigirare per 20 minuti. Togliere i calamari col mestolo forato e metterli in una zuppiera. Nella stessa casseruola col brodetto dei calamari mettere i gamberi per 10 minuti. Adagiare in un frullatore i calamari, i gamberi, le cozze, le vongole. Tritare grossolanamente. In una casseruola versare abbondante olio, prezzemolo, peperoncino e la polpa di pesce, il liquido di cottura di calamari e gamberi. Aggiustare di sale e aggiungere i pomodori. Girare bene e fare attenzione che l’olio sia un dito sopra il trito di pesce. Preparare il riso, scolarlo e condirlo col sugo tritato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.