Marmellata di lamponi e semi di Chia

0
504

La marmellata di lamponi e i semi di chia sono un ottimo modo per addensare le marmellate di bacche. Ecco come si prepara!

La marmellata di lamponi: gusto senza troppi zuccheri

Quando si fa una marmellata di frutta con i semi di chia, i semi fanno tutto il lavoro. Invece di cuocere la frutta, fare affidamento sulla pectina, e poi tonnellate di zucchero per aiutarla a stabilizzarsi.

Cosa sono i semi di chia?

I semi di chia sono i frutti prodotti da una pianta appartenente alla famiglia Lamiaceae, Genere salvia, specie hispanica; la nomenclatura binomiale della chia è dunque Salvia hispanica. La composizione chimica dei vari semi non è poi tanto differente tra le piante; ciò nonostante, la diffusione della golden non eguaglia quella della “chia originale”.

Semi di Chia: da dove vengono?

La chia, è una pianta originaria dell’America Centrale; per la precisione, è originaria del Guatemala e della porzione centro-meridionale della penisola messicana. La chia appartiene alla stessa famiglia della menta, della melissa, della cedronella, della santoreggia, della lavanda, del rosmarino, del timo, della maggiorana ecc. organismi con i quali si accomuna per la spiccata capacità aromatica.

I lamponi: l’ingrediente allegro delle nostre ricette estive

Proprietà nutrizionali: semi di chia

Come anticipato, dai semi di chia è possibile estrarre fino al 25-30% di olio. Di questo, il 55% è rappresentato da acidi grassi del gruppo omega 3 (soprattutto acido α-linolenico o ALA), il 18% da omega 6, il 6% da omega 9 e il 10% da vari acidi grassi saturi. Oltre che per l’eccellente porzione lipidica, i semi di chia sono utilizzati per l’estrazione di fibra solubile.

Ingredienti per la marmellata di lamponi

  • 150g lamponi, freschi o congelati
  • 2-3 cucchiai di acqua di cocco o acqua
  • 2 cucchiai colmi di semi di chia

Preparazione: marmellata di lamponi con semi di Chia

  1. Mettete tutti gli ingredienti in un pentolino e fate sobbollire dolcemente per 2-3 minuti per farli addensare.
  2. Schiacciare la frutta con un cucchiaio di legno mentre si cuoce.
  3. Potrebbe essere necessario aggiungere un po’ d’acqua se il composto è troppo secco.
  4. Per una consistenza più liscia si può poi lavorare brevemente in un robot da cucina o in un frullatore.Lasciate raffreddare e conservate in frigorifero fino a quando non sarà necessario.
  5. Si conserva in frigo per 3-4 giorni o si può congelare fino a 3 mesi.
Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.