Internazionali

G7 della Cultura a Firenze: la cultura portata anche a tavola con il Vino Nobile di Montepulciano 

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Questa sera a Firenze la cena di gala del G7 della cultura, sarà accompagnata dal Vino Nobile di Montepulciano.
Si parte oggi 30 Marzo dalle 17 con un concerto al Salone dei Cinquecento dove si esibirà l’orchestra del Maggio diretta dal Maestro Riccardo Muti, poi a Palazzo Vecchio la cena di gala. L’organizzazione del meeting dei 7 ministri della cultura ha scelto i vini di Montepulciano per brindare.

L’incontro vedrà protagonisti i ministri della cultura di Canada, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna e Usa ospitati dal Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini. Saranno presenti inoltre il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni e anche il commissario europeo per la cultura Tibor Navracsis con il segretario generale dell’Unesco Irina Bokova, oltre al sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Un invito sarà rivolto ai ministri che, se vorranno, d’estate potranno essere ospiti di Montepulciano per assistere alla mitica gara fra le contrade. Una gara che consiste nello spingere le botti lungo le stradine cittadine. Vince chi riesce a far rotolare la propria botte per prima sulla linea del traguardo.

Il G7 della cultura rappresenta una vetrina importante per il Consorzio nei mercati internazionali. La Germania è il primo mercato del Nobile con il 46% della quota esportazioni. Mentre negli Stati Uniti l’export è in continua crescita. Successo anche per i mercati asiatici ed extra Ue con oltre il 7 per cento delle esportazioni.

«Una grande occasione per la nostra denominazione di poter raccontare anche a tavola la cultura – spiega il presidente del Consorzio, Andrea Natalini – perché il vino italiano è cultura e a Montepulciano più che mai visto che da sempre il vino ha accompagnato la storia della nostra città».

Al G7 della cultura si parlerà non solo di cultura appunto, ma anche di arte e di strategie internazionali per combattere il traffico delle opere d’arte. L’evento avrà come sfondo la città di Firenze, tra le più apprezzate città d’arte al mondo. La cultura sarà portata anche in tavola con la cena di gala e i vini messi a disposizione dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *