Salmone al forno: con parmigiano e erbe aromatiche

0
408

Se vuoi una ricetta di salmone al forno facile e salutare che puoi condire in anticipo e infornare, questo salmone alle erbe parmigiano è quello che fa per te!

QUALI ERBE SI SPOSANO BENE CON IL SALMONE AL FORNO?

Quasi tutte le erbe si sposano bene con il salmone. Per questa ricetta di salmone in crosta di erbe, ho usato aneto fresco, prezzemolo, basilico ed erba cipollina. Vanno bene anche timo, rosmarino e dragoncello. Per fare la guarnizione, unire le erbe aromatiche con l’aglio tritato, il parmigiano grattugiato e la maionese leggera.

COME CUOCERE IL SALMONE AL FORNO ALLE ERBE PARMIGIANO:

  1. Metti il ​​salmone con la pelle rivolta verso il basso su una teglia foderata e coprilo con un altro pezzo di carta da forno o carta stagnola.
  2. Cuocete parzialmente il salmone per 8 minuti a 200° Gradi e poi toglietelo dal forno.
  3. Ricoprire il pesce con il composto di parmigiano ed erbe aromatiche e rimettere la teglia scoperta in forno per circa 15-18 minuti a seconda dello spessore del pesce.
  4. Il salmone è cotto quando la sua temperatura interna è di 120° gradi, la parte superiore è rosolata e il filetto si sfalda facilmente con una forchetta.

Salmone al forno Limone e Pepe

QUANTO DURA IL SALMONE IN FRIGO?

Il salmone cotto durerà dai tre ai quattro giorni in frigorifero e può essere riscaldato nel microonde o consumato freddo. Sarebbe ottimo sopra un’insalata come avanzi.

Quali sono le proprietà nutrizionali del salmone?

Il salmone è una buona fonte di proteine, vitamine (vitamina B6, vitamina B12, tiamina, niacina), sali minerali (fosforo, selenio) e acidi grassi omega 3. In particolare, 100 grammi di salmone contengono: 18,4 g di proteine. Nella dieta, il salmone potrebbe essere consumato con una frequenza “settimanale”. Una porzione da 150-250g, al massimo ogni 2-3 giorni, è infatti sufficiente ad appagare i criteri basilari di una sana e corretta alimentazione.

Quando non bisogna mangiare salmone? 

Non ci sono situazioni in cui il salmone possa interferire con l’assunzione di farmaci o altre sostanze. La carne di questo pesce può contenere irrisorie quantità di metilmercurio, non tali, però, da sconsigliarne il consumo.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.