L’accostamento tra pizza e birra è tradizionalmente uno dei più diffusi in Italia, e in questi ultimi anni si sta ormai diffondendo anche a livello internazionale. Nonostante di recente sia spuntata la tendenza ad accompagnare la pietanza di origine napoletana anche con vini e cocktail preparati per l’occasione, la scelta della «bionda» prevale ancora nei gusti degli italiani. Nei prossimi giorni, l’accostamento tra pizza e birra diventerà una vera e propria scuola che debutterà presto a Napoli.

Tra i promotori di quest’iniziativa ci sono innanzitutto i produttori di birre artigianali che puntano a favorire la scelta di prodotti di qualità da affiancare alla pizza, al posto delle birre commerciali e industriali che fino a qualche anno fa dominavano quando si trattava di consumare la tipica «tonda» della tradizione culinaria partenopea. Il corso che si terrà a Napoli aiuterà gli iscritti a fare le valutazioni migliori a partire dagli abbinamenti più semplici, ovvero quelli con le classiche pizze margherita e marinara. Si passerà poi ai gusti più complessi, poiché ormai stanno aumentando le nuove proposte per questa pietanza, e spesso si avvicinano anche a piatti di alta scuola di cucina adatti ai ristoranti di lusso.

Napoli: l’accostamento tra la pizza e la birra diventa una scuola.

Tra le proposte più originali dei maestri pizzaioli vi è ad esempio una rivisitazione della quattro formaggi con tutti i sapori del latte di bufala, oppure quella che presenta come condimento dei filetti di petto d’anatra affumicato. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti e ovviamente per tutte le…birre.

Pizza e birra: il primo corso si terrà dal 28 ottobre al 4 novembre

Tra poche settimane sarà dunque possibile seguire un vero e proprio corso di studi per affiancare alla propria pizza preferita la birra migliore. Sarà l’Associazione Verace Pizza Napoletana ad occuparsi dell’organizzazione delle lezioni: l’ente in passato si è già distinto per aver promosso l’istanza di riconoscimento dell’arte dei pizzaioli partenopei quale patrimonio Unesco.

Pizza ai kiwi: arriva dalla Scandinavia la ricetta che fa discutere

Il debutto del corso si terrà il 28 ottobre e terminerà il 4 novembre. La sede prescelta è quella dell’associazione organizzatrice e si tratterà di un’iniziativa aperta a tutti gli interessati. Infatti i responsabili dell’evento hanno dichiarato che non verrà richiesto alcun requisito né esperienza particolare per potersi iscrivere. L’obiettivo, del resto, è quello di informare un’ampia platea di persone che non sia costituita esclusivamente da maitre o sommelier, poiché costoro, essendo dei professionisti, già sono abituati ad accostare le bevande adatte al tipo di pizza prescelta. Dunque si tratterà di lezioni aperte soprattutto agli appassionati e ai buongustai.

Come scegliere la migliore birra da abbinare alla pizza.

Guardando nel dettaglio il programma del corso Pizza e birra, si partirà dalle basi, ovvero dalla scelta dei boccali migliori. Verranno mostrati i vari stili disponibili sul mercato, quindi si approfondiranno le tecniche di degustazione della «bionda», dopodiché sarà la volta della prova pratica. In questa circostanza interverrà il principale organizzatore delle lezioni, Alfonso Del Forno, già conosciuto per aver fatto parte di Unionbirrai Beer Taster e per aver collaborato con Slow Food in qualità di formatore della sezione birra.

La seconda tornata di studi si soffermerà invece sull’assaggio della pizza, quindi si passerà ad un incrocio dei dati per scoprire quali sono i migliori abbinamenti con le birre. Anche in questo caso ci sarà prima una lezione teorica e poi sarà la volta della pratica, quando i maestri pizzaioli sforneranno le loro specialità direttamente dai forni dell’Associazione Verace Pizza Napoletana.

Facebook Comments