Nel mondo dei dolci è la protagonista assoluta, quasi irrinunciabile. La crema pasticcera è infatti uno dei composto più usati sia dai professionisti del settore che dai semplici appassionati di cucina: la si può trovare nei croissant, nei bigné o come farcitura dei pan di Spagna per le torte, sia da sola che accompagnata da altri ingredienti. Insieme alla crema al cioccolato e alla chantilly è una sorta di istituzione della pasticceria, e spesso in gergo viene definita unicamente come «crema», poiché basta questo per capire di cosa si sta parlando.

La crema pasticcera è la regina dei dolci.

La ricetta della crema pasticcera sembra facile da preparare ma in realtà nasconde alcune insidie. Ad esempio, se non si seguono attentamente tutti i passaggi, si rischia di farla bruciare o di avere un composto poco liscio e con dei fastidiosi grumi. Dunque, si consiglia di non distrarsi e di non sottovalutarne la preparazione. Per quanto riguarda la consistenza, di solito è densa, però per cambiarla si può fare ricorso alle dosi di maizena (amido di mais): se si vuole una resa ancor più dura bisogna aumentarne la quantità, mentre se si preferisce più liquida (da usare magari per i dolci al cucchiaio) allora ridurne il quantitativo. Infine attenzione alle uova: è preferibile optare per quelle da galline allevate a terra.

Ecco la ricetta classica della crema pasticcera

Andiamo a vedere a questo punto qual è la ricetta per avere una crema pasticcera impeccabile.

La vera ricetta della crema pasticcera

La preparazione della crema pasticcera non è complicata di per sé, ma bisogna essere quantomai precisi e scrupolosi, infatti basta saltare o seguire superficialmente un passaggio per avere un risultato poco soddisfacente.

Crema pasticcera: ingredienti e preparazione.

Ingredienti:

  • 150 grammi di zucchero
  • 4 tuorli d’uova
  • 20 grammi di farina
  • 20 grammi di maizena
  • 500 ml di latte
  • mezza scorza di limone
  • mezza stecca di vaniglia

Preparazione:

Date inizio alla vostra ricetta della crema pasticcera prendendo un pentolino di media grandezza a versandovi il latte, la vaniglia (anche la stecca) e la scorza di limone grattugiata. Se non avete la grattugia per l’agrume, allora potete tagliarlo a strisce molto sottili. Iniziate a cuocere il tutto a fuoco vivace. Lasciate che il latte assorba gli aromi di vaniglia e limone, e nel frattempo procuratevi un recipiente dai bordi alti nel quale andrete a versare lo zucchero e le uova: lavorate con una frusta fino a quando non avrete ottenuto un bel composto dal colore giallo vivace.

A questo punto in un ulteriore contenitore mescolate e rendete omogenee la farina e la maizena. Fatto ciò, setacciate dove si trova il composto di uova e zucchero, mescolando con cura senza fermarvi. Quando il latte sarà ormai al punto di bollore, rimuovete gli aromi e poi aggiungetene un pochino nella preparazione di uova e farina per stemperare, quindi lavorate energicamente con la frusta. Noterete che l’amalgama sarà più liquida e, dopo aver rimosso eventuali grumi, potrete versare il tutto nel pentolino che riporterete sul fuoco a fiamma leggermente più moderata. Mescolate senza distrarvi fino a quando gli ingredienti non torneranno ad essere al punto di ebollizione. La bollitura non dovrà superare i due minuti circa.

Terminata la cottura, portate la vostra crema pasticcera all’interno di una ciotola e lasciate raffreddare fino a quando non si sarà addensata. Vi accorgerete che con questa ricetta avrete una crema liscia, omogenea, priva di grumi e assolutamente impeccabile.

Facebook Comments