Alemagna: le novità di Pasqua 2022

0
722

Alemagna torna sulle tavole di Pasqua con due prodotti che incarnano un vero e proprio inno alla bontà, la Colomba Tradizionale e la Colomba al Cioccolato Belga.

Alemagna, un grande mito italiano

Con una storia di oltre cent’anni iniziata nella Milano degli anni Venti del secolo scorso: Alemagna torna sulle tavole di Pasqua con due prodotti che incarnano un vero e proprio inno alla bontà, la Colomba Tradizionale e la Colomba al Cioccolato Belga.

Oggi come allora

Rivive vive la tradizione della colomba Alemagna, nata da un’attenta selezione delle materie prime e dall’utilizzo di solo lievito madre rinfrescato quotidianamente, sinonimo di sofficità. La lenta lavorazione di ispirazione artigianale sprigiona una dolce fragranza: un inedito mix che rende le Colombe delle intramontabili icone.

Colomba Tradizionale

Lavorata con cura, utilizzando i migliori ingredienti, e raffreddata lentamente al naturale, torna la Colomba Tradizionale Alemagna Milano 1921. Cent’anni di autentica bontà, che unisce la tradizionale sofficità dell’impasto preparato con lievito madre alla dolcezza degli scorzoni d’arancia di Calabria e la croccantezza della glassa alle mandorle.

Colomba al Cioccolato Belga

Con i cento anni di storia e l’azienda festeggia con una colomba speciale. A quella tradizionale, Alemagna affianca una versione al cioccolato. All’interno gocce di fondente belga e all’esterno una croccante glassa al cacao, mandorle intere e granella di fave di cacao.

Alemagna: premiata per il cioccolato

È un marchio che incorpora tanto la storia quanto la voglia d’innovazione, offrendo prodotti di altissimo livello che rientrano a pieno titolo in quel Made in Italy culinario che diventa eccellenza. Il motto di Tancredi e Alberto Alemagna, non a caso, è “italianità, qualità e design”. Il loro è un cioccolato pluripremiato, che ha ottenuto diversi riconoscimenti di settore tra cui vari International Chocolate Award e premi Tavoletta d’Oro.

Un po’ di storia

Venne fondata nel 1921 a Melegnano (Milano) da Gioacchino Alemagna. Nel 1925 aprì un caffè e, nel 1933, un bar con annessa pasticceria in Piazza del Duomo a Milano. Fu però l’apertura dello stabilimento milanese di via Guglielmo Silva, avvenuta nel 1937, a dare una svolta definitiva al gruppo. Il figlio di Gioacchino Alemagna, Alberto, negli anni quaranta e cinquanta continuò l’espansione della società rendendo celebre il marchio della ditta, il duomo di Milano stilizzato (creato dall’artista Giangiacomo Merli) che rendeva esplicito il legame dell’azienda col capoluogo lombardo.

Alemagna Pasqua 2022
Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.