Si terrà a Poirino, in provincia di Torino, domenica 8 maggio la 59° FIERA DELLA TINCA E DELL’ASPARAGO.

La Tinca Gobba Dorata (denominazione corretta «Tinca gobba dorata del Pianalto di Poirino») comprende quegli esemplari allo stato fresco, della specie Tinca (Tinca tinca) allevati, cresciuti e nati da riproduttori a loro volta nati e cresciuti nell’area geografica individuata come areale del Pianalto, e aventi come caratteristiche morfologiche la spiccata colorazione giallo dorata della livrea dorso curvo e gibboso.

Come cucinarla? Ecco una ricetta tipica: filetti di tinca al barbera.

Ingredienti

2 tinche dal peso di 400 grammi ciascuna
1 spicchio d’aglio
olio extravergine di oliva
prezzemolo tritato
maggiorana fresca
2 cucchiai di salsa di pomodori freschi
½ litro di Barbera
sale e pepe
Preparazione

Sfilettare le tinche avendo cura di eliminare le lische, adagiare in un piatto e condire con un filo d’olio, sale, pepe e i rametti di maggiorana. Farli riposare in frigorifero per alcuni minuti. Nel frattempo far ridurre il vino in un pentolino di circa la metà. A parte fare scaldare in una padella antiaderente con un d’olio, l’aglio tagliato a metà, che poi toglieremo. Soffriggere da ambo i lati i filetti di tinca senza salarli.Sfumare col Barbera e portare a fine cottura a fuoco lento. Rigirare i filetti di tanto in tanto, legare con la salsa di pomodoro fresco e prezzemolo. Impiattare e servire. Tempo di preparazione: 30 minuti circa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.