Pane blu: è aperto il dibattito sul vero ideatore

0
1300
Il Pane Blu Pantone 2020.

In questi ultimi tempi, tra gli esperti e gli appassionati di cucina è in corso un serrato dibattito che mira a risalire al primo inventore del pane blu. Questo originale alimento è tornato alla ribalta in occasione della Milano Fashion Week 2020, quando un maestro panificatore di Milano, molto interessato al mondo della moda, ha deciso di proporre una particolare pagnotta con mollica colorata di blu che ha chiamato Pane Blu Pantone, in onore della colorazione rilanciata dall’azienda statunitense proprio quest’anno.

È stato Matteo Cunsolo ad avere questa trovata culinaria, facendone al contempo un’importante operazione di marketing e di comunicazione. Ovviamente il suo pane blu ha incuriosito il popolo del web e dei social network, e tra coloro che hanno avuto il privilegio di provarlo, non è mancato chi ne ha sottolineato l’ottimo sapore erbaceo e leggermente dolce, nonché il piacevole profumo. Il colore della pagnotta deriva dall’utilizzo di un infuso di fiori essiccati di Butterfly Pea (Pisello Farfalla, la cui denominazione scientifica è Clitoria Ternatea).

Matteo Cunsolo ha presentato il Pane Blu Pantone.

Si tratta di una specie appartenente alle leguminose che crescono soprattutto nei Paesi del Sud-Est asiatico. La pietanza preparata dal panificatore lombardo presenta delle striature blu già all’esterno, mentre la mollica è completamente della tonalità derivante dal pisello blu della Thailandia. Quando la ricetta è stata diffusa e condivisa soprattutto sul web, è sorta una piccola polemica sulla sua reale paternità, poiché sembra che Cunsolo non sia stato il primo a prepararla.

Pane blu: chi è il vero ideatore?

Il dibattito si è aperto nel momento in cui alcuni fan di Sara Papa, scrittrice che ha firmato numerosi libri sull’arte del forno, si sono ricordati che nel testo Di Grano in Grano, pubblicato nell’ottobre dell’anno scorso, c’è la ricetta di un pane blu simile a quello proposto durante la Milano Fashion Week 2020. Tuttavia, bisogna evidenziare che non solo ha un nome differente, Pane ai fiori di pisello di farfalla, ma anche la preparazione e gli ingredienti sono diversi pure nelle dosi e nelle quantità da utilizzare.

Il pane in Calabria è da sempre l’emblema dell’alimentazione popolare

Nonostante questo chiarimento, non sono mancate le prime polemiche e qualche accusa di plagio nei confronti di Cunsolo. Diversi utenti dei social network lo hanno criticato soprattutto per alcune dichiarazioni pubblicate dal panificatore milanese sui propri account, nelle quali ha affermato che la sua invenzione è unica e originale. Contattato dalla rubrica Sapori di Repubblica, ha spiegato meglio la situazione, respingendo al mittente gli attacchi ricevuti di recente.

Chi è l’inventore del pane di colore blu?

Matteo Cunsolo ha chiarito di non aver mai rivendicato la paternità della ricetta del pane blu, anche perché ciò sarebbe stato uno sgarbo a chi già negli anni precedenti ha proposto delle idee simili, menzionando proprio Sara Papa. Subito dopo ha svelato che la sua intenzione era quella di avere una pagnotta originale senza però ricorrere all’alga spirulina che ormai fa parte di numerose pietanze. E così si è messo al lavoro, effettuando una serie di ricerche e di prove per avere l’alimento che poi ha scatenato le recenti polemiche. Inoltre, c’è da ricordare che l’intento dell’artista del forno lombardo era quello di fare un omaggio al Blu Pantone proposto dalla società americana alla Fashion Week di Milano.

Questo chiarimento però non ha affatto calmato le acque. Diversi appassionati di pane, non solo hanno testimoniato di avere già assaggiato delle pietanze simili in passato, ma si sono industriati per provare a risalire al vero primo pane blu della storia. E così sono emerse varie proposte di successo, come quella pubblicata nel 2017 sul blog di Cathy Joy, oppure quella promossa nel giugno 2018 da Hindustan Times. Sono state mostrate poi le ricette di Baking TaiTai dell’ottobre 2018, il pancarrè di Bake with Paws datato giugno 2019, ed è spuntata anche l’Italia con il pane di colore blu di Chiara e Tuorlo del luglio dello scorso anno. Infine anche Claudio Ferrando, che spesso diffonde le sue lezioni di cucina su YouTube, ha illustrato la ricetta del pane con noci che ha una cromatura tendente al blu.

La conclusione è che, essendoci così tante varietà di pane blu che comunque sono differenti tra loro, non è possibile stabilire chi sia stato il primo in assoluto ad inventare questa originale pagnotta. Si consiglia comunque in questi casi di evitare di lanciare accuse frettolose di plagio, ma di ricorrere sempre al buonsenso soprattutto quando ci si rende conto che chi presenta delle ricette originali non afferma di esserne l’ideatore in assoluto, ma solo l’inventore di quel tipo di pietanza con specifiche caratteristiche ed ingredienti.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.