La Navicelle Organic Red 2020, complessità e freschezza

Must Try

Assemblaggio di Grenache, Syrah e Mourvèdre, La Navicelle Rouge Bio 2020 è il vino perfetto per accompagnare un bel pezzo di carne. È un vino di grande piacevolezza, profondo, generoso e fresco. Un vero e proprio invito a concedersi.

La Navicelle Rouge Bio 2020 è prodotto a due passi dal mare, nel cuore di un ambiente protetto. Questa cuvée, perfettamente equilibrata tra frutto, tannini e potenza, è una pura delizia di generosità, aromaticità e morbidezza. È un vino da gustare subito, ma capace di riservare meravigliose sorprese tra qualche anno.

Di proprietà della famiglia Kamprad dal 1992, i vigneti della tenuta sono certificati biologici dal 2014. Il vigneto è inoltre gestito secondo i precetti della viticoltura biodinamica, e tutto è pensato per rispettare gli organismi viventi e la biodiversità. La tenuta ha preso nuova vita nel 2019 con l’arrivo di Romain Magnanou, che ha completamente rivisto il processo di vinificazione e cambiato lo stile dei vini, conferendo loro maggiore freschezza, finezza e complessità. I risultati si sono fatti sentire già dalla vendemmia 2019 e lo stile de La Navicelle ha immediatamente conquistato professionisti e appassionati di vino di tutto il mondo.

In versione rosé, bianca e rossa, i vini Navicelle sono tra i più rinomati della denominazione Côtes de Provence, e questo rosso 2020 ne è la prova migliore. Realizzata con un assemblaggio di 40% Grenache, 35% Mourvèdre e 25% Syrah, questa cuvée ha un carattere molto meridionale, caratterizzato da frutta e freschezza. Dalla vendemmia all’invecchiamento, questo vino ha ricevuto la massima cura e attenzione: raccolto a mano con una meticolosa cernita delle uve, vinificato e affinato in tini di acciaio inox con un passaggio in botte per levigare i tannini e aggiungere complessità aromatica ed elegante morbidezza.

Colore rubino intenso. Al naso rivela note di frutta nera (marasca e ciliegia), gariga e leggero tabacco. Al palato è rotondo e morbido, con tannini fini e vellutati. Il finale è lungo e fresco.

Questa cuvée si abbina perfettamente a carni rosse pregiate e selvaggina, ma anche a tutto: una daube, un osso buco, uno Stoganoff di manzo, uno stufato, un filet mignon di maiale, uova strapazzate con tartufi, agnello, anatra con fichi, paella, formaggi stagionati e persino corposi dessert al cioccolato.

- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Recipes

- Advertisement -spot_img

More Recipes Like This

- Advertisement -spot_img