Grand Hotel del Gianicolo e le cene della Legalità dello Chef Filippo Cogliandro

0
922
grand hotel del gianicolo sala pranzo

Roma città eterna, la città degli echi, delle illusioni… del desiderio. Città magica, Roma, uno scrigno da scoprire poco a poco. Appena sopra Trastevere, una manciata di minuti a piedi dal centro città in una delle zone più autentiche di Roma, troviamo il Grand Hotel del Gianicolo con una storia a lieto fine degna dei miglior film drammatico/romantici di tutti i tempi.grand hotel del gianicolo chef cogliandro

Una seconda vita  dopo una confisca quella del Grand Hotel del Gianicolo, una storia a lieto fine dove nessun posto di lavoro è andato perduto. Il bilancio in attivo lo si deve a tanta pazienza, tanta voglia di far rinascere un bene così unico, e la passione per il proprio lavoro, la dottoressa Ilia Bertolucci affiancata dal direttore Giuseppe Ruisi gestiscono la struttura del Grand Hotel del Gianicolo con una forza coesa e unica. Carbonaro dell’Alaska mantecato con Patata Bellina Aspromontana su Cipolla Rossa di Tropea in riduzione balsamica dello chef cogliandro.j

La strategia adottata ha funzionato a dovere, in poco tempo gli antichi fasti sono tornati, via ai banchetti nuziali, via alle feste, agli eventi, ai meeting, gli aperitivi glamour , una serie di appuntamenti con l’Arte, la moda e il cinema e… il ritorno dei turisti stranieri!grand-hotel-del-gianicolo

Martedi 7 giugno il roof dell’hotel ospiterà lo Chef Filippo Cogliandro, eletto ambasciatore della ristorazione antiracket, che arriva appositamente dalla Calabria per raccontare la sua storia attraverso la sua cucina e narrare del progetto ‘’le cene della Legalità’’, alla presenza di magistrati, legali, professionisti, politici e autorità. Lo Chef Cogliandro parla della sua cucina, del suo mare, della sua terra e lo fa con passione ardente, passione che mette nei piatti che cucina e si vede, si sente. Non perdete l’occasione di incontrare e ascoltare la sua storia il 7 giugno a Roma viale delle Mura Gianicolensi 107.grand-hotel-del-gianicolo

Per voi, una ricetta dello Chef Cogliandro, cucinatela e diteci cosa ne pensate:

Carbonaro dell’Alaska mantecato con Patata Bellina Aspromontana su Cipolla Rossa di Tropea in riduzione balsamica

Ingredienti x 6 personegrand-hotel-del-gianicolo

600gr  cuore Bacalao Gold (Black Cod) dissalato

300gr patata Bellina Aspromontana De.c.o.

300ml latte intero

½    spicchio aglio tritato finemente

200gr olio extravergine d’oliva Ottobratica/Carolea

sale e pepe q.b.

3 Cipolle Rosse di Tropea

100 ml aceto balsamico

Preparazione:

Pulite le patate, tagliatele a cubetti e disponetele all’interno di una pentola.  Spinate il baccalà, privatelo della pelle e tagliatelo in piccoli pezzi, poneteli in pentola e versate il latte,  il sale ed il pepe. Fate cuocere il tutto a fiamma viva per 5 minuti girando costantemente con un cucchiaio di legno per evitare di far bruciare il fondo e continuate la cottura a fuoco basso (20/25 minuti). Girate fin quando il latte sarà completamente assorbito e il composto avrà una consistenza simile ad un purea. Amalgamare il tutto in uno sbattitore elettrico o con una forchetta, versando l’olio evo a filo. Le cipolle di Tropea, tagliate a julienne, andranno ammorbidite, a fiamma poco vivace, nell’aceto balsamico fino alla sua evaporazione.grand-hotel-del-gianicolo

Composizione del piatto

Adagiate la julienne di cipolla balsamica sul fondo del piatto e formate alcune quenelle di baccalà ed accompagnate il tutto con crostini di pane

Rosy on Twitter @rosybalzani

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.