Se la festa delle fragole è dietro l’angolo (si festeggia il 25 e 25 giugno), la festa delle albicocche è un pochino più avanti: il 6 e 7 agosto a Lasa in Val Venosta.

festa delle albicocche Lasa
Südtirol, Vinschgau, September 2014, Produkte, Marillen, Vinschger Marille,

Un programma divertente e goloso, ricco di divertimento certo, ma non manca la cultura.  Quanti non sanno che Lasa è famosa, oltre che per le prelibate albicocche, anche per il marmo bianco? Durante la festa del 6 e 7 agosto si potrà scoprire e toccare con mano il famosissimo marmo e si potranno assaggiare prodotti tipici, oltre che le albicocche declinate in svariati piatti, e si potranno comprare prodotti artigianali locali.

Si potrà inoltre, per chi vorrà, farsi scolpire la testa in gesso o, per gli amanti del marmo, regalare e regalarsi manifatture realizzate con il prezioso materiale.  Marmo e albicocche sono definite ‘’l’oro di Lasa’’, a pensarci bene, viene da sorridere, come possono due prodotti così incredibilmente diversi rendersi protagonisti e venire festeggiati?

festa delle albicocche Lasa
Suedtirol, Vinschgau, Laas, Marmor und Marillen, jaehrliche Veranstaltung mit den zwei lokalen Produkten:
Marmor und Marillen (Aprikosen), Marillenknoedel, Aprikosenknoedel,

Si può, proprio in virtù della loro diversità e particolare bellezza e bontà. Il clima tipico della Val Venosta, con pochissimi giorni di pioggia, molto sole e caldo il giusto fanno sì che le albicocche abbiano quella ‘’marcia in più’’  per il territorio della Val Venosta.

I residenti le chiamano ‘’Marillen’’, per noi sono quel frutto antico dalla forma tondeggiante e dalla polpa morbida e succosa giallo-arancio, dolcissima e perfetta per le preparazioni dolci e salate. La lunga tradizione di questa coltivazione, tramandata da generazioni, ha regalato una particolare qualità di frutti che dobbiamo assolutamente assaggiare. Il momento giusto sarà il week end del 6 e 7 agosto, dove, il programma della kermesse prevede musica dal vivo, artisti del marmo e mercatini di prodotti artigianali che riempiranno di colori e profumi (oltre che sapori) le vie del paese.

Non so voi, ma io sono pronta a degustare i prodotti autoctoni e farne buona scorta per casa, vi aspetto!

Rosy on Twitter @rosybalzani

Facebook Comments