Burger King France: aggiunge La Vie Bacon sostenuta da Natalie Portman

0
243

Burger King France ha annunciato che sta collaborando con la startup francese di carne di maiale vegana La Vie Foods per aggiungere la sua pancetta ai menu di tutto il paese. La collaborazione dovrebbe essere esclusiva per il mercato francese per sei mesi. La Vie aveva anticipato la sua partnership con Burger King sui suoi canali social per una settimana prima dell’annuncio ufficiale.

L’annuncio arriva dopo che Burger King ha trasformato il suo ristorante di punta

La Vie ha fornito la pancetta per i suoi hamburger durante l’esperimento e ora è a bordo per sei mesi. Le sue fette di pancetta a base vegetale verranno utilizzate nell’hamburger Veggie Steakhouse, una versione vegetariana di uno dei suoi panini più venduti. La Vie ha attivamente condotto una campagna per la partnership, creando immagini digitalmente modificate della Steakhouse precedentemente senza pancetta di Burger King per mostrare come potrebbe apparire con l’aggiunta delle sue fette di carne. Successivamente ha pubblicato una pubblicità su Le Parisien, evidenziando le richieste dei consumatori affinché i due lavorassero insieme. L’approccio non convenzionale ha funzionato, con Burger King che se ne è accorto.

Pubblicando sulla partnership con Burger King France su LinkedIn

La Vie ha scherzato dicendo che “non ha inviato spam ai feed di Instagram di tutti i nostri follower per niente”. L’azienda ha continuato affermando che la partnership con Burger King è stato l’ultimo passo avanti nella sua missione di portare cibo vegano a quante più persone possibile. Burger King non ha offerto alcuna conferma, ma si ipotizza un lancio europeo più ampio possibile se la pancetta di La Vie si rivelerà popolare nel suo paese d’origine.

Burger King France per il consumatore senza carne

In termini di catene di fast food che cercano di abbracciare i commensali vegani e vegetariani, Burger King ha una storia di passi avanti. Negli Stati Uniti ha un accordo di lunga data con Impossible Foods per la fornitura delle sue polpette senza carne. L’Asia è partner dell’australiana v2food e in Europa The Vegetarian Butcher, di proprietà di Unilever, sviluppa i suoi sostituti della carne. Tra di loro, questi tre fornitori hanno permesso a Burger King di offrire una varietà di hamburger, sandwich di pollo e crocchette , tutti adatti a mangiatori senza animali.

La catena non ha sempre funzionato bene

Quando ha lanciato per la prima volta il Plant-Based Whopper, si è assicurato l’ira dei vegani, che si sono indignati per l’inclusione della maionese a base di uova. La catena ha rielaborato la ricetta e l’ha riportata in un formato completamente veganizzato e come opzione di menu permanente. Da allora l’hamburger ha ottenuto la certificazione vegana per rassicurare i commensali.

La Vie è in ascesa

La Vie, in precedenza 77 Foods, ha intrapreso una costante traiettoria ascendente da quando è stata fondata nel 2019. Impegnandosi in tre anni di ricerca e sviluppo, l’azienda ha finalmente rilasciato la sua pancetta all’inizio di quest’anno. Afferma che i consumatori non possono dire la differenza tra le sue fette biscottate al 100% a base vegetale e la pancetta convenzionale.

Con un importante colpo di stato per la startup

La Vie ha confermato la chiusura di un round di finanziamento di Serie A da 25 milioni di euro a gennaio. È stato il più grande aumento di proteine ​​​​alternativa per una tecnologia alimentare francese ed è stato immediatamente destinato a sostenere un piano di espansione aggressivo e finanziare nuovi sviluppi. L’attivista vegana e attore di Hollywood Natalie Portman era tra i partecipanti all’investimento, insieme al presidente di Oatly Eric Melloul.

La Francia piena di hamburger vegani

Burger King non è il solo ad aggiungere sapore in più agli hamburger vegani in Francia. All’inizio di questo mese è stato annunciato che lo chef 21 volte stellato Michelin Alain Ducasse ha aperto un locale pop-up di hamburger vegani a Parigi. Burgal differisce dalla maggior parte degli hamburger vegani in quanto non tenta di ricreare la carne bovina convenzionale. Gli hamburger, serviti su brioche a base vegetale, sono a base di quinoa, lenticchie e verdure. Il locale chiuderà il 30 giugno, dopodiché la domanda di hamburger sarà valutata con la loro potenziale aggiunta ai menu degli oltre 80 ristoranti di Ducasse.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.