Vino ed enogastronomia della Toscana in mostra alla Stazione Leopolda di Firenze sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre. Al Food & Wine in Progress 2019 vanno in scena le eccellenze enogastronomiche toscane, con un ricco programma di showcooking, wine tasting, esposizioni, workshop, convegni e laboratori. Una fiera di soli due giorni che mira a far incontrare operatori del settore, cuochi, giornalisti, produttori e venditori di food & wine, ma anche un’occasione aperta a tutti gli appassionati delle eccellenze toscane.

alt="Food & Wine in progress"

Food & Wine in progress per conoscere le eccellenze toscane

Il Food & Wine in progress non è una semplice esposizione di vini, olio e prodotti gastronomici tipicamente toscani. Come si legge nel sito dedicato alla manifestazione, “l’evento nasce con la finalità di promuovere le produzioni enologiche ed agroalimentari della Toscana, stimolare la cultura, la conoscenza e l’artigianalità in un contesto storico e socioeconomico in continua progressione, in cui le professionalità del settore si rendono protagoniste delle evoluzioni e del cambiamento”. L’appuntamento di sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre alla Leopolda, quindi, rappresenta un vero e proprio momento di confronto tra i soggetti che operano nel settore, ma anche un’occasione per conoscere da vicino i prodotti enogastronomici della Toscana. Ecco, quindi, che nel programma si trovano show cooking, masterclass e convegni per comprendere meglio le dinamiche dei diversi comparti coinvolti.

alt="Food & Wine in progress"

I vari appuntamenti in programma vedono la partecipazione dei migliori sommelier e cuochi del territorio, ma anche l’intervento di ospiti di rilievo nazionale. In queste occasioni “si mettono in evidenza le nuove tendenze dell’enogastronomia rispettando la crescente domanda dei consumatori”.

Food & Wine, programma ricco di momenti di confronto

Le due giornate di Wine & Food in progress 2019, la quinta edizione della manifestazione, saranno scandite da vari show cooking tenuti da brillanti chef toscani con la collaborazione dei Consorzi Finocchiona Igp, Olio Toscano Igp, Pecorino Toscano Dop e Prosciutto Toscano Dop. Oltre a questi si terranno una serie di convegni su diverse tematiche. Sabato 30 novembre, alle ore 12.45, si terrà il convegno “Menù for change – L’Alleanza Cuochi Presidi Produttori per il benessere e l’ambiente” a cura di Slow Food Toscana, mentre alle ore 16.30 sarà protagonista del dibattito la “Tutela Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale” in un convegno in cui interverrà la dietista Barbara Lapini. Sempre nella giornata di sabato, alle ore 15.20, sarà proiettato “Vinum Insulae”, miglior cortometraggio al 26° Festival Iternational Cenovidéo di Marsiglia. Il video, diretto da Stefano Muti, parla della storia di un vino mitologico riprodotto sotto il mare dell’Isola d’Elba.

alt="Food & Wine in progress"

Domenica 1 dicembre, oltre agli show cooking, ci saranno altri momenti di confronto e di dibattito. Il primo è alle ore 12.30 sarà presentato il progetto di cooperazione internazionale “Chef del Futuro, Ricette Toscane e Palestinesi allo specchio”, curato dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, in collaborazione con gli chef Shady Hasbun e Sara Barbara Guadagnoli. Alle ore 15.20, invece, il confronto sarà su tematiche legate al turismo legato alle eccellenze enogastronomiche. Il titolo del convegno è “In viaggio per cibo e per vino: trend e tendenze del turismo enogastronomico” e interverrà Roberta Garibaldi, docente universitaria ed esperta di turismo enogastronomico.

Masterclass e workshop per conoscere i prodotti

Il programma di Food & Wine in progress prevede anche molte occasioni per capire meglio come nascono le eccellenze enogastronomiche toscane. Nelle giornate di sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre si terranno diversi masterclass e workshop in collaborazione con Ais, Associazione italiana Sommelier, per conoscere le dinamiche del vino e dell’olio toscano, ma anche della birra artigianale.

alt="Food & Wine in progress"

Infine, la manifestazione rappresenta un’occasione unica per degustare le eccellenze del territorio toscano. In esposizione, infatti, ci saranno 140 aziende del territorio toscano, con oltre 1000 etichette di vino in degustazione. Ospiti d’onore di questa edizione sono i vini della Basilicata e dell’isola di Madeira. A questi vini sono dedicati anche due apposite masterclass per conoscerli meglio.

alt="Food & Wine in progress"

Un’occasione per conoscersi e fare sistema

L’evento di Food & Wine in progress, quindi, non è una semplice esposizione fieristica. Come ha affermato Cristiano Cini, presidente Ais Toscana, “con Unione Regionale Cuochi Toscani abbiamo dato via a un progetto che rappresenta l’essenza del mondo del vino e del cibo. È il momento più importante dell’anno”. “Qua” ha detto Cini “c’è una grande energia positiva per fare sistema”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.