FANTINI: 6 idee regalo per festeggiare il Natale

0
279

Cosa c’è di meglio che regalare e regalarsi un gran vino? Noi vi proponiamo una piccola selezione dal catalogo FANTINI. Varie tipologie ma tre costanti, ossia l’assoluta eccellenza, l’ottimo rapporto qualità-prezzo e la straordinaria cura estetica della bottiglia.

Idee regalo FANTINI: che sia un’auto-coccola o un presente destinato a qualcun altro

Comunque non si sbaglia mai: puntate sul vino. Se siete indecisi su quale scegliere tra i millemila sul mercato, ecco il nostro consiglio: un prodotto di qualità eccellente e riconosciuta, che miete da anni una messe di premi, che ha un rapporto qualità/prezzo senza pari, che cura all’inverosimile anche l’aspetto estetico delle bottiglie, più eleganti che mai. E che è proposto da un’azienda enologica diventata leader tra quelle esportatrici nel Sud Italia, con oltre 28 milioni di bottiglie, grazie a un’attenta politica votata alla più alta ricerca qualitativa e di marketing. Ovvero: scegliete Fantini Group.

«Mi ci vorrebbe una vita per enumerare i vantaggi dell'alcol». Non sappiamo se Luis Buñuel considerasse tra questi anche il fatto che una bottiglia di gran vino rappresenta il regalo perfetto da porgere alle persone più care in vista del prossimo Natale. Oppure, alternativamente (ma son cose che si possono anche fare insieme, eh…), un dono ideale per sé, per volersi bene, vale a dire l'ottima scusa per concedersi una serata allegra nel periodo delle feste, bevendo "uno buono" magari con gli amici.

Per essere ancora più circostanziati, eccovi una selezione ragionata dei migliori calici che FANTINI

Può offrirvi per Natale, e non solo. Partendo dai rossi, un fiore all’occhiello, per finire, ça va sans dire, con le bollicine del brindisi:

1 . Edizione Cinque Autoctoni: lo strapremiato di Fantini Group

Un vino ormai iconico, oggetto di desiderio e di regalo in tutto il mondo. È uno straordinario blend di cinque vitigni del Sud Italia, ossia Montepulciano, Primitivo, Negroamaro, Sangiovese e Malvasia Rossa. Vengono vinificate con pigia-diraspatura soffice, macerazione e fermentazione per 25 giorni, fermentazione malolattica in barrique e affinamento per 13 mesi. Il Cinque Autoctoni ha dimostrato che si può produrre un grande vino, espressione dell’enorme patrimonio di vitigni autoctoni del nostro Paese, con le migliori caratteristiche di gusto e sensazioni olfattive dei vitigni utilizzati.

La sua particolarità è data dalla grande armonia e dall’eleganza

Un grande vino raramente riesce ad esprimere a questi livelli. Il calice si colora di un cupo ma luminoso rubino, esprime profumi intensi e persistenti, con note fruttate di mora e ciliegia, arricchite da note di erbe aromatiche, cannella, chiodi di garofano, cacao, liquirizia e un intrigante tocco minerale. La struttura è rilevante, ben equilibrata tra una importante e armonica nota alcolica e un’adeguata freschezza, il tannino è morbido e la persistenza assai tenace. Pronto per essere bevuto subito, ma sopporta anche lunghi invecchiamenti. Ottimo con primi piatti ricchi, con carni rosse e con formaggi di media e lunga stagionatura.

2 . FANTINI: Three Dreamers

L’ultima nata destinata a diventare bottiglia di punta, da una selezione di uve biologiche abruzzesi appassite utilizzando una tecnica produttiva simile a quella dell’Amarone. I tre sognatori sono proprio i fondatori di Fantini. È un grande rosso dal colore rubino intenso con riflessi violacei. Gli aromi sono profondi e complessi: bouquet di frutta matura, uva passa, mora, amarena, cannella con un retrogusto di vaniglia e cioccolato fondente. Al palato è avvolgente, caratterizzato da un ricco bouquet di ribes nero, frutta sotto spirito e una nota speziata di pepe, tabacco e liquirizia. È un vino carnoso, pieno e ricco, ben vivacizzato dalla sapidità e dal perfetto bilanciamento tra tannini vellutati e acidità. Sfuma nel finale lungo e inesauribile che ricorda tutte le sensazioni di tostatura del passaggio in legno al quale è stato sottoposto. Eleganza e struttura lo rendono perfetto con selvaggina da piuma e da pelo, carni rosse, formaggi a lunga stagionatura. È il compagno ideale per lunghe conversazioni.

3 . Opi Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane DOCG Riserva

Un 100% Montepulciano D’Abruzzo prodotto con uve da agricoltura biologica. È la ricerca della massima espressione del vitigno, in una zona particolarmente vocata, con rese basse e leggera surmaturazione. Le uve, raccolte in piccole cassette, vengono trasportate in cantina per la diraspatura e la doppia selezione manuale dei singoli acini, poi pigiatura soffice, macerazione, fermentazione per 25 giorni, fermentazione malolattica e affinamento in barrique di legni francesi e americani per 24 mesi. Colore rosso granato e profumo intenso e persistente, speziato (tabacco e note legnose) con sentori di liquirizia, fruttato (frutta matura e sotto spirito), tendenza all’etereo. Opi è un vino per consumatori esigenti, riesce a coniugare nel migliore dei modi grande struttura, ricchezza aromatica e di sapori, con armonica eleganza. Ottimo con primi piatti ricchi, carni rosse e formaggi di media e lunga stagionatura.

4 . FANTINI: Calalenta Merlot Rosato

Merlot 100% dagli aromi freschi e morbidi di fragola, anguria e pompelmo rosa accompagnati da piacevoli note floreali di petali di rosa e ginestra. Le uve sono state raccolte manualmente durante la notte per preservarne gli aromi e la freschezza; subiscono una soffice pigia-diraspatura, successivamente il mosto viene fatto fermentare in grandi vasche di acciaio per 18/22 giorni a bassa temperatura (10/12°C) per esaltarne gli aromi. Dopo un leggero e breve affinamento sulle fecce in vasche d’acciaio per 30/35 giorni, il vino viene delicatamente chiarificato, filtrato e reso pronto per essere imbottigliato. Questo rosé “stile provenzale” ha un colore rosa cipria molto pallido. Spicca per freschezza e raffinata mineralità. È perfetto con crudi di crostacei, piatti vegetariani, formaggi freschi, pietanze della cucina asiatica non troppo speziati e carni bianche.

5 . Calalenta Pecorino Terre di Chieti IGT

Un 100% Pecorino con uve provenienti dall’entroterra del comune di Ortona e comuni limitrofi. I vigneti sono esposti a Sud-Est affinché possano godere delle migliori ore di luce. È vinificato per pigia-diraspatura, contatto con le bucce del mosto per circa 12 ore a una temperatura media di 3° C, pressatura soffice, chiarificazione statica del mosto ottenuto. Successiva fermentazione a una temperatura di 12°C. Il 20% delle masse fa un veloce passaggio in barrique. Consigliato per gli amanti dei vini freschi e secchi, dal carattere deciso e intenso: buona dose di acidità e piacevole nota fruttata. Sentori di frutti a polpa bianca, in particolare la pera e l’albicocca con leggere note di lime, poi notevoli note balsamiche. Al primo impatto rivela una grande struttura, avvolgente e di buona acidità. Retrogusto intenso e persistente. Per il suo gusto equilibrato e fresco, il Pecorino è un vino versatile per quanto riguarda gli abbinamenti: può essere proposto come aperitivo, abbinandolo a un antipasto di formaggi. Si presta pure per piatti di pesce, ma anche a portate dai sapori decisi. Essendo un vino ben strutturato, da provare anche con carni bianche.

6 . Gran Cuvée

Le uve, provenienti dai vigneti più vecchi (si tratta di vitigni bianchi autoctoni abruzzesi), sono state raccolte manualmente nel pieno della maturazione. Dopo un’attenta selezione subiscono una pigia-diraspatura seguita da una breve macerazione a freddo con le bucce. Il mosto ottenuto dopo chiarificazione statica, fermenta in serbatoi di acciaio alla temperatura controllata di 16-18 °C. Dopo 3 mesi di affinamento sulle fecce fini, avviene la presa di spuma in piccole autoclavi di acciaio secondo il metodo Charmat. Il Gran Cuvée di Fantini è un vino fresco e di piacevole aromaticità, per consumatori giovani e dinamici. Il colore è brillante di un paglierino scarico. Naso complesso con ampio ventaglio di profumi che vanno dagli agrumi verdi ai sentori floreali, il tutto amplificato dal perlage fine e persistente. Al palato è elegante, minerale, sapido, fresco e molto ben equilibrato. Si abbina particolarmente bene con tutte gli antipasti di pesce. Perfetto per cenoni o… pranzoni delle feste!

FANTINI

Fondata ad Ortona nel 1994 da un gruppo di imprenditori del vino guidati dall’attuale ceo Valentino Sciotti e dall’enologo Filippo Baccalaro, Fantini Group riunisce 12 grandi realtà enologiche del Sud e Centro Italia, con un modello di business di successo; produce e distribuisce vini di alta qualità ed esporta in tutto il mondo attraverso una ramificata rete di importatori e distributori (oltre 28 milioni di bottiglie). L’azienda genera la gran parte dei ricavi al di fuori dell’Italia: i suoi principali mercati sono la Germania, la Svizzera, il Canada, l’Olanda, il Belgio e il Giappone. Il suo fatturato è cresciuto dai 79 milioni del 2019, agli 82 milioni nel 2020e ha raggiunto i 90 milioni del 2021, nonostante le difficoltà del canale Horeca. Per il 2022 è prevista un’ulteriore crescita a 93 milioni di fatturato. Nel 2020 Fantini Group è stato acquisito da Platinum Equity.

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.