Ricetta tipica Ungherese il Gulash

0
9

Il gulash è un piatto tipico ungherese ed è uno spezzatino di manzo o di vitello particolarmente saporito, che si può preparare in diversi modi.

Se siete andati a Budapest l’avete provato in tutte le sue varianti. Secondo la ricetta originale, il gulash è un piatto povero che sfamava i mandriani quando spostavano i manzi pregiati dalla Puszta. Il termine ungherese Gulyás deriva da gulyás, il cui significato è mandriano, e da gulya, cioè mandria. Poco alla volta, i mandriani cominciarono a diffonderlo in tutta Europa al punto che la ricetta fu diffusa in Germania, il famoso Gulasch alla tedesca, in Polonia, il gulasz, e in Austria con la variante austriaca del Rindsgulasch.

Il gulash può essere servito come piatto unico, se accompagnato da polenta o purè, oppure come secondo piatto.

Come preparare il gulash

Lavate e tagliate a metà il peperone e privatelo dei semi interni (1). Tagliatelo a dadini (2). Lavate e private dei semi interni anche il pomodoro (3).

Tagliate a dadini  anche i pomodori (4). Procedete nello stesso modo con la carota, tagliandola, più o meno, delle stesse dimensioni del peperone e dei pomodori (5). Tagliate grossolanamente la cipolla (6) perché durante la cottura si sfalderà completamente.

Lasciate tutte le verdure da parte e separate perché andranno messe in pentola in base ai loro tempi di cottura. Preparate la carne tagliandola a dadini (7), come per uno spezzatino. In una pentola capiente, mettete le cipolle a rosolare con l’olio per circa 15 minuti (8). Unite le carote (9).

Aggiungete un cucchiaino di cumino in pentola (10) e lasciate andare per qualche minuto poi alzate leggermente la fiamma e mettete la carne a rosolare (11). Quando la carne è rosolata abbassate la fiamma (12).

Unite il cucchiaio di paprika (13) e un bicchiere abbondante di brodo di carne. Lasciate cuocere per circa un’ora controllando sempre che il brodo non si asciughi completamente.In quel caso, aggiungete altro brodo in modo che non si bruci e mescolate di tanto in tanto in modo che non si attacchi al fondo della pentola. Dopo un’ora unite il peperone tagliato a dadini (14) ed il pomodoro (15). Lasciate cuocere un’altra ora sempre facendo attenzione che il brodo non si asciughi.

Nel frattempo sbucciate le patate (16) e tagliatele (17) e versate abbastanza brodo per poter cuocerle. Mettete le patate in pentola (18) e lasciate cuocere per circa 45 minuti. Assaggiate in modo da avere la certezza che siano cotte. Aggiustate di sale. Lasciate riposare il gulash per una decina di minuti e poi servite.

Varianti

Il gulash si è diffuso in tutta l’Europa orientale e infatti esiste la versione russa, tedesca, ungherese, polacca o ceca che hanno differenze minime tra di loro. Principalmente la differenza tra una ricetta e l’altra è la carne che viene utilizzata o se si desidera consumare come una zuppa o come uno spezzatino. La Gulasch Suppe ha come unica differenza una maggiore quantità di brodo. Possiamo preparare però delle gustosissime varianti di gulash senza carne.

Gulash vegano

Il gulash vegano a base di seitan è una vera delizia e molto veloce da preparare al contrario dell’originale. Preparate il soffritto di cipolla con un filo d’olio e aggiungete subito le patate tagliate a dadini e il cumino. Unite il brodo vegetale e un cucchiaio di paprica dolce. Passati 20 minuti circa aggiungete 500 grammi di seitan tagliato a dadi e due pomodori maturi, anch’essi precedentemente ridotti a dadini. Lasciate cuocere per altri 20 minuti circa, aggiungendo brodo vegetale all’occorrenza.

Gulash di pesce

Il gulash di pesce è una variante particolarmente gustosa, potete utilizzare gli stessi ingredienti della ricetta originale ovviamente utilizzando un brodo di pesce o di verdure e al posto della carne di vitello usate 500 grammi di seppie e magari 200 grammi di gamberi da aggiungere a fine cottura. Ovviamente le seppie devono cuocere molto meno rispetto al vitello per diventare morbide. Dopo circa un’ora e mezza di cottura dovrebbero aver raggiunto la consistenza perfetta.

Conservazione

Il gulash si conserva per 2 giorni in frigorifero. Per riscaldarlo, aggiungete mezzo bicchiere di acqua calda. Il gulash, inoltre, può essere congelato solo se completamente raffreddato.

Contorni per il gulash

Il gulash è uno spezzatino particolarmente cremoso e saporito, per questo motivo si accompagna alla perfezione con dei contorni neutri. Il purè di patatefatto in casa è il contorno migliore secondo me, smorza leggermente il gusto speziato ma ne esalta alla perfezione i profumi. Altrimenti, se avete poco tempo potete far bollire del riso o del cous cous, semplice e veloce ma diventa un piatto unico incredibilmente buono. Nel caso in cui prepariate la gulasch suppe, che quindi rimane più liquida, potete preparare dei crostini di pane in forno in modo da dare un tocco croccante al piatto.

Che vino abbinare al gulash

Il gulash è uno stufato di carne particolarmente speziato e saporito, per questo motivo ha bisogno di un vino rosso particolarmente strutturato che sia in grado di sostenere l’importanza del piatto. Il vino che accompagna meglio il gulash è un Tocai rosso oppure potete anche abbinarlo ad un Refosco dal peduncolo rosso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.