Le specialità pugliesi: le frittelle di lampascioni

Tra le specialità che non mancano mai sulle tavole pugliesi, si possono senz’altro citare i lampascioni: con il loro gusto deciso, le loro caratteristiche nutrizionali e le proprietà terapeutiche, sono senz’altro protagonisti della gastronomia tipica locale pugliese, che non li propone unicamente in un modo, bensì, cucinandoli tanto alla griglia, quanto al forno, passando poi per l’agrodolce per giungere infine alla frittelle di cui vi parliamo oggi.

Tra le tante ricette locali interessanti, quella delle frittelle di lampascioni è senz’altro riconducibile alla Murgia, dove, le persone dedite alla pastorizia erano solite servirle in occasione di qualche festa più o meno importante: e come tale, rappresenta quindi la cucina più genuina e rustica della nostra regione, quella capace di sfruttare un ingrediente così semplice e persino selvatico – almeno in origine – per dare gusto in tavola.

Siete pronti a gustare i sapori autentici pugliesi e a cimentarvi in una preparazione gustosa e che non richiede troppo impegno? Non dimenticatevi di dare un’occhiata anche alla nota conclusiva: a seconda dei vostri gusti, potreste preferire una variante alla ricetta che vi proponiamo. Buona lettura e, soprattutto, buon appetito!

Gli ingredienti per la ricetta delle frittelle di lampascioni

Che cosa vi serve per preparare questa specialità pugliese? Ecco la lista della spesa:

  • 1 kg di lampascioni
  • 250 grammi di farina tipo 00
  • 6 uova
  • olio extravergine di oliva
  • 4 cucchiai di formaggio pecorino
  • Alcuni cucchiai di latte
  • un pizzico di bicarbonato
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo

La preparazione delle frittelle di lampascioni

Ecco come dovete procedere per esser certi di ottenere delle squisite frittelle di lampascioni:

  • Pulite i lampascioni e fate loro un taglio a croce sulla base: lavateli velocemente e quindi lessateli per circa 15-20 minuti in acqua salata.
  • Scolateli e dopo metteteli in acqua fredda.
  • Preparate la pastella sbattendo bene le uova, aggiungendo un pizzico di sale, pepe, bicarbonato, formaggio, prezzemolo e infine la farina.
  • Dopo averla lavorata adeguatamente, preoccupatevi di ammorbidirla con del latte, e lasciatela riposare per mezz’ora.
  • Sgocciolate i lampascioni e schiacciateli leggermente con l’aiuto di una forchetta, per poi immergerli nella pastella.
  • Date alcune cucchiaiate al composto e, in seguito, friggete in olio bollente.
  • Nel momento in cui si saranno dorate, le frittelle potranno essere levate dall’olio e quindi servite.

In alternativa alla farina tipo 00 (bianca), potrete anche utilizzare la farina rimacinata di grano duro: in quest’ultimo caso, ricordatevi di aggiungere mezzo cubetto di lievito di birra e di lasciar lievitare per circa 2 ore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.