Da un recente studio condotto dai ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston è emersa la stretta correlazione tra l’età che avanza e l’alimentazione. I risultati dello studio sono stati pubblicati sul Journal of Nutrition. Secondo i dati forniti noci, arance e lattuga non dovrebbero mai mancare sulle tavole delle donne in quanto sembrerebbero avere un effetto protettivo sulla loro salute e sul loro invecchiamento.
I ricercatori hanno osservato l’associazione tra dieta sana e invecchiamento su una popolazione di 54.762 donne. Con dei questionari autocompilati ogni quattro anni a partire dal 1980 sono stati ricavati i dati sulle loro abitudini alimentari mentre negli anni successivi (tra il 1992 e il 2008) è stato misurato il loro stato di salute. È emerso in particolare che un alto consumo di frutta e verdura, un basso consumo di bevande zuccherate, grassi trans e sodio e un moderato introito di alcol erano correlati a tassi ridotti di invalidità fisica.
Tra i singoli alimenti quelli che garantiscono un invecchiamento salutare sono arance, mele, pere, lattuga e noci. Tuttavia è la dieta generale a poter prevenire i danni dell’invecchiamento, un’alimentazione fatta di cibi freschi e non confezionati, ricchi di antiossidanti e minerali naturali.

Una dieta varia ed equilibrata può aiutare non solo nella prevenzione delle patologie croniche e nel controllo del peso corporeo, ma può essere d’aiuto anche per far fronte alle delicate fasi dell’invecchiamento. È consigliabile prediligere una buona dose di sostanze antiossidanti che si trovano in particolar modo negli ortaggi di stagione, oltre a cereali e semi.

L’azione benefica delle noci, invece, è da ricondurre al loro contenuto di acidi grassi omega 3, che hanno un ruolo protettivo nei confronti del sistema cardiovascolare e nervoso.

 

Dott.ssa Elisa Fiore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.