Notizie di Gusto e Dintorni,  Ricette,  Sicilia

Le ricette più buone di Sicilia: il magico mondo della rosticceria

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Se ancora non conoscete la rosticceria siciliana, una volta scoperta non potrete più farne a meno.

Con il termine rosticceria, in Sicilia, si indica tutto un insieme di preparazioni accomunate da un unico impasto: una sorta di pan brioche sofficissimo utilizzato per dar vita a pizzette, calzoni, rollò con i würstel o ravazzate (palline di impasto ripiene con i più disparati ingredienti). 

Considerato a tutti gli effetti uno street food, potete trovarlo nei bar, nelle tavole calde e nelle gastronomie e ognuno avrà la sua ricetta e i suoi segreti. Perfetta per le cene tra amici o per un buffet, la rosticceria siciliana è una di quelle ricette a cui difficilmente riuscirete a resistere. 

Rosticceria Siciliana

Come preparare le ricette della rosticceria siciliana

  1. Per questa preparazione vi consiglio di utilizzare la planetaria munita di gancio impastatore o un robot da cucina tipo Bimby. Mettete nella ciotola i due tipi di farina e lo zucchero.
  2. Nell’acqua tiepida fate sciogliere il lievito e con la macchina in azione, aggiungetelo a filo. Impastate finché non otterrete un impasto piuttosto liscio a cui andrete poi ad aggiungere, in ultimo, lo strutto e il sale. 
  3. Quando si sarà incordato, staccatelo dal gancio e lavoratelo brevemente sulla spianatoia in modo da dargli la forma di una palla. Mettetelo a lievitare in una ciotola, coperto con un canovaccio, nel forno spento con la luce accesa fino al raddoppio (circa un paio di ore). 
  4. Procedete quindi alla pezzatura dell’impasto in modo da formare delle palline da 70-80 g.

Tipi di rosticceria siciliana

  • Rollò ai würstel. È la variante più semplice e famosa e si ottiene stendendo l’impasto a rettangolo e avvolgendolo attorno al würstel.
  • Pizzette. Appiattite leggermente ciascuna pallina, conditela con pomodoro e mozzarella proprio come si fa con la classica ricetta della pizza. Ottima anche la variante senza mozzarella ma aromatizzata con origano fresco. 
  • Calzoni. La farcitura più famosa è quella con prosciutto e formaggio, ma via libera anche a varianti con ricotta e spinaci, funghi e salsiccia, pomodoro e mozzarella. 
  • Ravazzate. Il ripieno più goloso è fatto con besciamella molto densa (ottenuta raddoppiando le tradizionali dosi di farina) e salame a tocchetti. Quest’ultimo però può essere sostituito da prosciutto, formaggi o verdure. 

Una volta che avrete preparare la rosticceria siciliana, adagiatela su una teglia rivestita di carta forno, spennellatela con un uovo sbattuto e decoratela a piacere con dei semi di sesamo. Infornate a 200°C per 15-20 minuti. 

Provate anche un’altra ricetta tipica siciliana, pane e panelle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *