Martedì sera, nel programma “Buonasera dottore” su Tv 2000, è stato presentato in anteprima televisiva dal cardiologo Valerio Sanguigni, dell’Università Tor Vergata di Roma, il gelato capace di abbassare la pressione in soggetti ipertesi.È il risultato di anni di studi, pubblicati anche sulla rivista scientifica Nutrition.

“Le nostre osservazioni – ha spiegato Sanguigni – sono nate dal fatto che il segreto delle popolazioni centenarie che vivono a lungo senza malattie sta nella grande quantità di frutta e verdura che mangiano perché in questi alimenti ci sono delle sostanze antiossidanti potenti come i polifenoli che rallentano l’invecchiamento e riducono le malattie. L’idea è stata quella di creare una miscela ad hoc preparata in una maniera particolare, in modo tale che questo potere antiossidante rimanga a lungo. Volevamo una miscela che fosse totalmente naturale quindi non la pillola con dentro i composti chimici. Abbiamo scelto degli alimenti con un potente potere antiossidante ma che fossero anche buoni”.

La ricetta è a base di cacao scuro, potente antiossidante, nocciole, tipico alimento mediterraneo, e verde, con elevato contenuto di polifenoli. A questi si aggiungono altri preziosi ingredienti come il miele.


 “Volevo fare chiarezza sulla giungla delle sostanze che contengono antiossidanti”, ha spiegato il dottor Sanguigni. “Si parla di frutti rossi, melograni, bacche di goji. Ma ho trovato che molti cibi, dal campo alla nostra tavola, perdono le loro proprietà. Gli alimenti che conservano meglio queste sostanze sono appunto frutta secca, fave di cacao e tè verde, in particolare a temperature basse e controllate. Per questo ho brevettato il mio gelato, che tra l’altro è buonissimo, e l’ho chiamato Powellnux

La crema di questo nuovo gelato è stata prodotta con una ricetta rimasta segreta ed elaborata in un laboratorio dolciario del Nord Italia, dove si trovano buone nocciole. Il prodotto finale è stato poi creato in una gelateria del centro di Roma.

L’esperimento ha coinvolto 14 persone dai 20 ai 38 anni a cui sono stati effettuati gli esami del sangue prima e dopo aver mangiato un cono da 100 grammi e a cui è stato richiesto di pedalare a tutta forza su una cyclette. Il risultato atteso dal dott. Sanguigni è stato raggiunto!

“Abbiamo cercato di tenere il contenuto calorico basso, riducendo la quantità dei grassi. Abbiamo visto così che questa miscela determina un’importante dilatazione dei vasi con un conseguente miglior afflusso d’ossigeno, un effetto antiossidante e un miglioramento dell’ossigenazione dei tessuti e delle performance fisiche. E abbiamo dati che nei soggetti ipertesi stabilizza la pressione”.

Dott.ssa Elisa Fiore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.