grand hotel del gianicolo sala pranzo
Eventi di Gusto e dintorni,  Regionali,  Ricette,  Ristoranti

Grand Hotel del Gianicolo e le cene della Legalità dello Chef Filippo Cogliandro

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Roma città eterna, la città degli echi, delle illusioni… del desiderio. Città magica, Roma, uno scrigno da scoprire poco a poco. Appena sopra Trastevere, una manciata di minuti a piedi dal centro città in una delle zone più autentiche di Roma, troviamo il Grand Hotel del Gianicolo con una storia a lieto fine degna dei miglior film drammatico/romantici di tutti i tempi.grand hotel del gianicolo chef cogliandro

Una seconda vita  dopo una confisca quella del Grand Hotel del Gianicolo, una storia a lieto fine dove nessun posto di lavoro è andato perduto. Il bilancio in attivo lo si deve a tanta pazienza, tanta voglia di far rinascere un bene così unico, e la passione per il proprio lavoro, la dottoressa Ilia Bertolucci affiancata dal direttore Giuseppe Ruisi gestiscono la struttura del Grand Hotel del Gianicolo con una forza coesa e unica. Carbonaro dell’Alaska mantecato con Patata Bellina Aspromontana su Cipolla Rossa di Tropea in riduzione balsamica dello chef cogliandro.j

La strategia adottata ha funzionato a dovere, in poco tempo gli antichi fasti sono tornati, via ai banchetti nuziali, via alle feste, agli eventi, ai meeting, gli aperitivi glamour , una serie di appuntamenti con l’Arte, la moda e il cinema e… il ritorno dei turisti stranieri!grand-hotel-del-gianicolo

Martedi 7 giugno il roof dell’hotel ospiterà lo Chef Filippo Cogliandro, eletto ambasciatore della ristorazione antiracket, che arriva appositamente dalla Calabria per raccontare la sua storia attraverso la sua cucina e narrare del progetto ‘’le cene della Legalità’’, alla presenza di magistrati, legali, professionisti, politici e autorità. Lo Chef Cogliandro parla della sua cucina, del suo mare, della sua terra e lo fa con passione ardente, passione che mette nei piatti che cucina e si vede, si sente. Non perdete l’occasione di incontrare e ascoltare la sua storia il 7 giugno a Roma viale delle Mura Gianicolensi 107.grand-hotel-del-gianicolo

Per voi, una ricetta dello Chef Cogliandro, cucinatela e diteci cosa ne pensate:

Carbonaro dell’Alaska mantecato con Patata Bellina Aspromontana su Cipolla Rossa di Tropea in riduzione balsamica

Ingredienti x 6 personegrand-hotel-del-gianicolo

600gr  cuore Bacalao Gold (Black Cod) dissalato

300gr patata Bellina Aspromontana De.c.o.

300ml latte intero

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

½    spicchio aglio tritato finemente

200gr olio extravergine d’oliva Ottobratica/Carolea

sale e pepe q.b.

3 Cipolle Rosse di Tropea

100 ml aceto balsamico

Preparazione:

Pulite le patate, tagliatele a cubetti e disponetele all’interno di una pentola.  Spinate il baccalà, privatelo della pelle e tagliatelo in piccoli pezzi, poneteli in pentola e versate il latte,  il sale ed il pepe. Fate cuocere il tutto a fiamma viva per 5 minuti girando costantemente con un cucchiaio di legno per evitare di far bruciare il fondo e continuate la cottura a fuoco basso (20/25 minuti). Girate fin quando il latte sarà completamente assorbito e il composto avrà una consistenza simile ad un purea. Amalgamare il tutto in uno sbattitore elettrico o con una forchetta, versando l’olio evo a filo. Le cipolle di Tropea, tagliate a julienne, andranno ammorbidite, a fiamma poco vivace, nell’aceto balsamico fino alla sua evaporazione.grand-hotel-del-gianicolo

Composizione del piatto

Adagiate la julienne di cipolla balsamica sul fondo del piatto e formate alcune quenelle di baccalà ed accompagnate il tutto con crostini di pane

Rosy on Twitter @rosybalzani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *