Fiori di zucca ripieni al forno

Vivere in campagna ha i suoi lati positivi. Per esempio la frutta e la verdura fresca ogni giorno, direttamente dall’orto. Solo che in estate la produzione di un orto grande quanto un campo da calcio è abbondante e il mio padrone di casa mi sta sommergendo di frutta e verdura che non so più come smaltire. E allora mi sto reinventando anche in cucina. Tra allergie e tanta roba da mangiare fresca, ieri è stata la volta dei fiori di zucca ripieni al forno.

Ingredienti Fiori di Zucca Ripieni al Forno

Avevo 11 fiori di zucca, e per il ripieno ho utilizzato 300 grammi di ricotta di pecora fresca e 150 grammi di burrata. Nella ricetta originale era prevista la stracciatella, ma non c’era la supermercato e quindi ho fatto un cambio di ingredienti. Per il ripieno vi servirà anche dell’origano, sale quanto basta. Tenete a portata di mano anche circa 30 grammi di pan grattato e 30 di pecorino grattugiato.

Il ripieno dei Fiori di Zucca al forno

Dunque, preparare il ripieno è semplice e veloce. Setacciate la ricotta (se avete tempo e voglia, io non l’ho fatto), incorporate la burrata e mescolate fino ad amalgamare il più possibile il composto. Aggiungete poi l’origano e il sale, ma non troppo, perché la ricotta di pecora è già abbastanza salata di suo.

Pulire i fiori di zucca

Ho scoperto che i fiori di zucca sono delicatissimi. Volendo farli ripieni serve che restino il più possibile integri, prestate molta attenzione nella pulizia. Vanno lavati sotto un filo di acqua, leggermente aperti e va tolto il pistillo, ma solo se è marroncino. Se invece è giallo potete anche lasciarlo. Una volta lavati metteteli ad asciugare su un panno, se possibile all’aria aperta: io li ho messi sul davanzale della finestra (un’altra delle cose belle del vivere in campagna è quella di non avere regole condominiali che impongono un decoro falso e apparente).

Per riempire i fiori di zucca ho preso un cucchiaino, perché io e la sac a poche non la so usare. Ho riempito i fiori e li ho posizionati in una teglia di quelle usa e getta. Non li ho messi troppo vicini, avevo paura si rompessero. Ho versato un filo di olio extra vergine di oliva e poi ho cosparso con pangrattato e pecorino che avevo precedentemente mescolato tra loro. Il tutto in forno a 250 gradi circa per 10 minuti.

Il risultato è stato molto apprezzato da tutti. Erano gustosi, salati il giusto e il sapore della burrata non era così coperto come pensavo. Logicamente non ne è avanzato nemmeno uno.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*