I consigli della Nutrizionista,  Uncategorized

Bianco o nero, il gelso è sempre un toccasana!

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.


 Oggi vi parlerò del gelso, il cui frutto è tipico della stagione estiva. E’ una pianta appartenente alla famiglia delle Moracee, originaria della Cina, ma già nota presso i Romani che lo sfruttavano soprattutto per la coltivazione del baco da seta. I suoi frutti sono molto succosi e dissetanti, di colore bianco o nero violaceo a seconda della varietà, il sapore è molto delicato, zuccherino.

I frutti del gelso nero sono ricchi di antociani, preziosi antiossidanti che ritroviamo in tutti i vegetali di colore nero, viola e rosso.

I frutti del gelso bianco invece, sono ricchi di proteine, tannini, rutina, vitamina A, B, C e secondo evidenze scientifiche, avrebbero una spiccata azione antibatterica, soprattutto nei confronti di quei batteri responsabili delle carie dentali.

Per quanto riguarda i valori nutrizionali, il gelso è un frutto poco calorico (circa 40 kcal per 100g), contiene buone quantità di ferro (circa 185 mg per 100 g) e discrete quantità di potassio, manganese e magnesio.

Oltre alle more di gelso, vale la pena conoscere le proprietà officinali delle altre parti della pianta, già conosciute ed apprezzate sia in Oriente che in Occidente in epoche assai remote.

Una delle proprietà più interessanti riscontrate nelle foglie del gelso bianco è quella di riuscire a ridurre i livelli di glicemia.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

La radice del gelso è molto utile in caso di stitichezza. Da tempi immemori la corteccia della radice è conosciuta ed utilizzata per il suo efficace effetto lassativo.

Difficilmente troverete questi frutti nei banconi dei supermercati, o dei negozi di frutta e verdura. Vi sono alcuni negozi Bio specializzati, che vendono al pubblico frutta secca di gelso, o confetture a base di more di gelso. Tuttavia il modo migliore per gustare questo dono della natura è senza dubbio quello di coltivarlo voi stessi sul vostro terreno, o sul vostro giardino, assaporando di volta in volta i succosi frutti appena raccolti o andare alla ricerca di questi frutti in giro per le campagne durante la stagione estiva.

Vi consiglio vivamente quest’esperienza, utile allo spirito e al corpo!

 

Dott.ssa Elisa Fiore

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *