Di recente gli alimenti gluten free hanno subito una larga diffusione, anche tra le persone che in realtà non ne avrebbero necessità, non essendo celiaci. La convinzione che questi prodotti non facciano ingrassare dilaga a dismisura.
L’alimentazione priva di glutine impazza anche tra le star, coinvolgendo noi come Gwyneth Paltrow e Oprah Winfrey.

Ma cos’è il glutine? È una molecola proteica presente in diversi cereali e utilizzata dall’industria alimentare nelle preparazioni come legante.

La celiachia è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue, la cui causa è il glutine. Questa molecola scatena infatti una risposta autoimmune con produzione di anticorpi che danneggiano la mucosa intestinale, compromettendo anche l’assorbimento di altri nutrienti.

L’ADI, Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, sostiene che negli ultimi anni si è verificato un incremento dei casi di celiachia, per via di un aumentato consumo di grano, della scarsa qualità di quest’ultimo e del glutine presente come additivo in molti prodotti alimentari.

La scelta di adottare una dieta gluten free dovrebbe essere limitata ai soli casi accertati di celiachia. Non è infatti detto che gli alimenti privi di glutine siano più salutari. Un cibo di scarsa qualità lo è anche se viene eliminato il glutine. Chi elimina il glutine dalla propria tavola deve inoltre porre una particolare attenzione all’apporto nutritivo e dev’essere seguito da un professionista che indichi delle alternative adeguate.

Nelle persone sane, una completa eliminazione del glutine comporta nel tempo che l’organismo non riconosca più il glutine e lo consideri un nemico, scatenando reazioni avverse, talvolta anche gravi.

Inoltre un altro aspetto fondamentale è quello economico, dietro il cibo gluten free c’è un business enorme. L’industria alimentare gioca sulla psicologia del consumatore, facendogli credere che un prodotto gluten free sia anche salutare.

Un recente studio ha dimostrato come le persone che seguono un’alimentazione senza glutine, siano maggiormente esposti a sostanze pericolose come arsenico e mercurio, che possono causare malattie cardiovascolari e cancro. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Epidemiology. Negli alimenti gluten free, infatti, il grano è sostituito da farina di riso. Quest’ultimo è una sorta di spugna nei confronti di metalli tossici presenti nei fertilizzanti e nell’acqua del suolo. 

L’alimentazione va scelta consapevolmente e non per seguire l’ultima moda in voga. Una scelta sbagliata puó compromettere seriamente la salute.

Dott.ssa Elisa Fiore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.